ANSA – Brass con “Fallo!” festeggia i settant’anni

ANSA – Brass con “Fallo!” festeggia i settant’anni

Aprile 13, 2003 0 Di Raffaella Ponzo
0

di Francesco Gallo

‘Fallo!’ e’ il titolo a doppia lettura dell’ultimo film di Tinto Brass, presentato ieri sera in un ristorante romano, dove il regista veneto ha anche festeggiato i suoi settanta anni. Sei storie boccaccesche con altrettante scatenate protagoniste per raccontare ancora una volta come l’erotismo, parola di Brass, “e’ gioia pura senza peccato”. Il regista però vuole sottolineare soprattutto come ormai sia la donna la ”vera protagonista, quando si tratta di prendere iniziative in fatto di eros e non solo”. E gli uomini? ”Non possono fare altro che adattarsi a questa nuova situazione: sono i tempi di oggi, ma hanno sicuramente difficoltà a accettare questo loro ridimensionamento”, spiega Brass. Le riprese partono domani in un teatro romano per poi passare a Cap d’Adge, la nota località naturista-scambista della Costa Azzurra, a Casablanca, Malaga, Londra e Alto Adige. Per il cast questa volta il regista de ‘La chiave’ si e’ servito oltre che dei tradizionali canali anche di internet: ”Un luogo dove ormai si trova di tutto, donne che si vogliono mostrare senza pudore tra cui anche, inaspettatamente, molte maestrine”. Ecco le protagoniste del film prodotto da Renata Rainieri insieme a Ugo Tucci e Roberto Di Girolamo: Maruska Albertazzi, ventottenne emiliana, Sara Cosmi, biondina che ha gia’ lavorato per il regista a ‘Fermo posta’, Angela Ferlaino, Federica Palmer, Raffaella Ponzo, Silvia Rossi e Grazia Morelli. Ma nel cast anche l’ucraina Lyudmyla Derkach che sara’ la commessa di un sex shop londinese e, tra i maschietti l’attore Max Parodi che ha gia’ lavorato in piu’ di un film con Tinto. Tra le sorprese del cast Maruska Albertazzi che, dice con orgoglio Brass: ”Si e’ laureata in Scienze della Comunicazione con 110 e lode proprio con una tesi su un mio film: ‘La chiave”’. Parente di Giorgio Albertazzi (”mio padre era suo cugino di secondo grado”), Maruska non nasconde di essere un’intellettuale. Liceo negli Stati Uniti, laurea, esperienze in Tv e teatro con Emanuela Giordano e tra le attrici de ‘I monologhi della vagina’, la ventottenne emiliana che sarà protagonista dell’episodio ‘Non lungo che tocchi…’, ha le idee chiare. Di Brass dice: ”E’ il regista meno laido che conosca. Con lui c’e’ stata una grande intesa intellettuale”. Ma pensa anche che l’erotismo femminile e’ totalmente diverso da quello maschile: ”L’uomo si eccita con sequenze esplicite, la donna con sfumature”. E la cena di compleanno? Oltre un’enorme torta con la scritta ‘Fallo!’, commensali piuttosto disinvolti. Come una delle protagoniste che, per non rovinare il suo bel vestito lungo di raso rosso a tavola, ha pensato bene di tirarselo su fino alla vita: sotto solo uno striminzito perizoma. Ma si sa, erano i 70 anni di Brass e poi, come dice il sottotitolo del film, ‘Honni soit qui mal y pans’, vale a dire il motto dell’Ordine della Giarrettiera: ‘Maledetto chi pensa male’. lontani dalla sua personalità”. C’è qualcosa di cui si vergogna? “Sono andato all’elezione di Miss Padania”.

© ANSA

0