CAMPANIASUWEB – INTERVISTA A RAFFAELLA PONZO

CAMPANIASUWEB – INTERVISTA A RAFFAELLA PONZO

18 Giugno, 2003 0 Di Raffaella Ponzo
0
20
fb-share-icon20

Una star del web

Raffaella Ponzo, una delle attrici più cliccate del web, sarà la protagonista dell’ultimo film di Tinto Brass

di Mario Vella

Sono pochi gli artisti che navigano tra le onde del web e gli abissi della grande rete solcando con fortuna i mari virtuali della nuova comunicazione. Tra questi vi è la sensuale e frizzante Raffaella Ponzo, star assoluta delle acque telematiche dove veleggia “a clic spiegati” tra innumerevoli link, chat infuocate e coloratissimi banner; la prorompente attrice romana, infatti, si è tuffata come una sirena nell’infinito oceano multimediale creando con successo Palcoscenico, il primo portale italiano dedicato allo spettacolo, e meta di tutti i navigatori appassionati della settima arte.
Nel cinema la Ponzo ha debuttato come protagonista in Il corpo dell’anima di Salvatore Piscicelli, e, grazie alla sua esuberante freschezza, è diventata ben presto la musa del regista napoletano che l’ha voluta anche in Quartetto, primo film italiano girato interamente in digitale seguendo le regole del Dogma 95 della Scuola Danese. Dopo la partecipazione nell’epico Gangs of New York, capolavoro mancato del cineasta italoamericano Martin Scorsese, la Ponzo sarà una delle accattivanti protagoniste di Fallo!, film a episodi del goliardico Tinto Brass, in cui impersonerà il ruolo di Katarina, una conturbante cameriera altoatesina.

Allora Raffaella come sei stata scelta dal maestro del cinema erotico?

Sono stata scelta perchè sono un’attrice molto fortunata… diciamo che ho molto…

Secondo te perché Tinto Brass è tanto criticato?

Tutti i grandi sono criticati. Blake dice: “La via dell’eccesso porta al palazzo della saggezza”. Brass è l’eccesso e l’eccesso è criticato. Sempre. Ecco perchè ci sono pochi saggi.

Molte attrici rinnegano Brass dopo il successo ottenuto con lui. Come mai?

Perchè non solo ci sono pochi saggi, ma anche poche sagge!

Sei passata dai piccoli set italiani costruiti con maestria e raffinatezza da Salvatore Piscicelli a gigantesche ambientazioni americane volute da un mito come Martin Scorsese. Quali sono le differenze maggiori che hai riscontrato?

Mi ha colpito molto la professionalità degli attori americani. I protagonisti danno sempre le battute, anche fuori campo e non solo, ripetono la scena in modo preciso e questo sempre fuori campo. Questo in Italia non avviene molto spesso, per questioni di tempo, soldi, non so… Piscicelli, Scorsese, Brass sono dei grandi Maestri, sono stata molto fortunata ad aver lavorato con loro e su questi set tutti gli attori hanno sempre dato il massimo.

In Il corpo dell’anima hai interpretato una donna disinibita che si concede senza chiedere nulla. Ma nella vita privata che rapporto hai col pudore?

Non ho nessun rapporto con il pudore!

I personaggi che interpreti quanto ti somigliano?

Fare l’attore significa dare vita ad un fantasma. C’e’ sempre una mescolanza tra persona e personaggio. Alla fine di un film non se ne può uscire illesi.

In amore sei coinvolta più dalla mente o dalla fisicità?

Non sopporto la dicotomie natura/cultura, bene/male, mente/corpo… mi coinvolge la poesia.

Secondo Brass l’erotismo è “gioia pura senza peccato”. Per te?

Gioia pura CON peccato… così è più divertente!!

Nel tuo sito personale hai inserito una frase di Friedrich Nietzsche: “Bisogna avere un caos dentro di sè per generare una stella danzante”. Sei una persona inquieta?

No… AAAHHHHH! (urla, ndr)

A proposito del sito, sei una delle poche attrici che lo aggiornano costantemente. Quanto ritieni importante l’uso di internet?

Internet è il mio non-luogo… ci vivo e a volte mi ci perdo… non so se sia importante, ma è molto divertente passare dal reale al virtuale e confondere i due livelli.

Ciao Raffaella, a presto…

Un bacione a tutti da Raffaella Ponzo e un saluto a Campaniasuweb!

0
20
fb-share-icon20