Abbracciare un albero: ecco perchè fa bene!

Abbracciare un albero: ecco perchè fa bene!

Febbraio 13, 2016 0 Di Raffaella Ponzo
0

Salute: Hai mai abbracciato un albero? Il potere “curativo” degli alberi delle nostre ansie e stress quotidiani.

La risoluzione ai nostri problemi ora arriva dalla natura. Il rimedio green è ormai non solo una moda, ma un’autentica risorsa di benessere psico-fisico.
E allora parliamo di alberi e del loro potere “curativo” delle nostre ansie e stress quotidiani.
Hai mai abbracciato un albero?
Sì, hai capito bene. Se non l’hai mai fatto dovresti provare, i motivi per farlo sono tanti. Secondo gli studi abbracciare gli alberi è una vera e propria terapia. Il contatto con la natura abbassa i livelli di ansia e stress, aiuta la respirazione e favorisce il rilassamento.

E allora vediamo come beneficiare al 100% di questo atto green in assoluto:

LA LOCATION: Gli alberi li possiamo trovare ovunque, è vero. Ma un conto è abbracciare un albero su un marciapiede in mezzo al traffico e un altro è andare alla ricerca di un bel boschetto o un parco nella zona in cui abiti. L’importante è che sia un’area verde non troppo affollata, che ti comunichi una sensazione di pace interiore.

SHINRIN-YOKU: In Giappone si usa questo termine per indicare il bagno nella foresta.
Immergiti nel verde, dove costruzioni e traffico lasciano il posto a prati e alberi. Lascia il tuo sguardo libero di andare in ogni direzione. Il risultato è un’immediata sensazione di libertà.

SENTIRE ZEN: Allenati a percepire i suoni intorno a te, dal cinguettio degli uccellini alle foglie che scricchiolano. Passeggiare e sentire in modo Zen, significa pienamente presente e consapevole di tutto quello che ci corconda.

L’ALBERO: Ora cerca il tuo albero, quello che ti attrae e avvicinati.
Sfiora la corteccia, accarezza le foglie e prova a percepire le sensazioni sulla tua pelle. Annusa il legno. Chiudi gli occhi e inspira profondamente.
Senti la sensazione che ti dona la sua presenza, l’albero anche se immobile è vivo, proprio come noi.
Ed ora circonda il tronco con le braccia e appoggiati dolcemente sulla superficie ruvida della corteccia.

Resta così e respira con lui.
Ascolta il tuo cuore e le emozioni che traboccano dalla tua mente.
Poi girati e appoggia la schiena contro il tronco, senti la sua forza, la sua storia.

Ti viene da piangere, ridere? Hai sonno? Sei euforico? Ognuno ha la sua reazione, quello che è certo è che abbracciando un albero ricontattiamo il nostro istinto primordiale: il corpo si rilassa e la mente diventa più leggera. Un piccolo dono per l’anima che non costa nulla, ma che rappresenta una energia preziosa di sopravvivenza.

Di Raffaella Ponzo

Clicca per leggere l’articolo su SFILATE.it

0